EUCARISTIA: VITA CON MARIA

 

“Fate quello che Egli vi dirà " (Gv 2,5)

 

Esposizione del Santissimo

 

Canto

 

Preghiera di adorazione

 

O Divina Eucaristia, ti amo, ti adoro, ti lodo e ti ringrazio.

 

Prigioniero per me nel Ss.mo Sacramento, schiavo d'amore sotto le specie sacramentali, vittima perenne per me, io mi metto sotto i tuoi raggi, o Sole Divino.

 

O Ss.ma Ostia, tu che sei il mio desiderio e l'unico respiro della mia vita, purificami, incendiami, rendimi una sola cosa con te, uniscimi in ogni istante alla tua Ss.ma volontà.

 

O Gesù Eucaristia tu mi hai creato per te ed io voglio vivere per te, scendi sempre nella mia anima.

 

O Maestro adorato, vorrei essere tutti i giorni e tutte le notti davanti a questo tabernacolo e contemporaneamente davanti a tutti i tabernacoli del mondo, per ascoltare, accogliere e meditare assieme a tua Madre, aurora dell'Eucaristia, tutte le cose che tu m'insegni da questa cattedra d'Amore. Amen.

 

(Preghiera composta con testi di Madre Candida)

 

Introduzione al tema

 

Prima lettura

Dall'Enciclica Ecclesia de Eucharistia di Giovanni Paolo II

 

Se l'Eucaristia è mistero di fede, che supera tanto il nostro intelletto da obbligarci al più puro abbandono alla parola di Dio, nessuno come Maria può esserci di sostegno e di guida in simile atteggiamento. Il nostro ripetere il gesto di Cristo nell'Ultima Cena: «Fate questo in memoria di me!» diventa al tempo stesso accoglimento dell'invito di Maria a obbedirgli senza esitazione: «Fate quello che vi dirà». Con la premura materna testimoniata alle nozze di Cana, Maria sembra dirci: «Non abbiate tentennamenti, fidatevi della parola di mio Figlio. Egli, che fu capace di cambiare l'acqua in vino, è ugualmente capace di fare del pane e del vino il suo corpo e il suo sangue, consegnando in questo mistero ai credenti la memoria viva della sua Pasqua, per farsi in tal modo "pane di vita"».

 

Magnificat - Cantico della Beata Vergine Maria

 

L'anima mia magnifica il Signore* e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore,

 

perché ha guardato l'umiltà della sua serva.* D'ora in poi tutte le generazioni mi chiameranno beata.

 

Grandi cose ha fatto in me l'Onnipotente* e Santo è il suo nome:

 

di generazione in generazione la sua misericordia* si stende su quelli che lo temono.

 

Ha spiegato la potenza dei suo braccio,* ha disperso i superbi nei pensieri del loro cuore;

 

ha rovesciato i potenti dai troni,* ha innalzato gli umili;

 

ha ricolmato di beni gli affamati,* ha rimandato i ricchi a mani vuote.

 

Ha soccorso Israele, suo servo,ricordandosi della sua misericordia,

 

come aveva promesso ai nostri padri,* ad Abramo e alla sua discendenza, per sempre.

 

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo.

 

Come era nel principio, e ora e sempre, nei secoli dei secoli. Amen.

 

Seconda lettura

Dagli Scritti della Beato Madre Maria Candida dell'Eucaristia

 

Divina Eucaristia, Tu mi fosti data da Maria! lo non t'avrei se Maria non avesse consentito a divenire Madre di te, Verbo Incarnato. lo non ti posso dividere da Maria, né dividere Maria da te! Salve, o Corpo nato da Maria Vergine! Salve, o Maria, aurora dell'Eucaristia! 0 dolci amori, voi ne formate uno solo nel mio cuore: di te, o santo Amore voglio ardere! O Maria, Mamma mia!

 

L'Immacolata, l'Ostia dei nostri altari: ecco il fulgore candidissimo e abbagliante che mi rapisce e che vorrei sempre contemplare e tanto imitare. Gesù mi dà Maria; Maria Gesù! A loro due, io mi do con slancio irresistibile, con brama insaziabile d'amore; tutta, senza riserva! Vorrei amarli come più non potrebbe essere quaggiù.

 

L'Eucaristia mi dà Maria: può trovarsi Gesù senza Maria? E nell'angoscia di non saperla amare, quando ho il sacro Cuore nel mio petto, dopo la Comunione, o altre volte, io dico a Maria: T'amo col Cuore di Lui, tutto l'amor suo ti offro per me, per ogni istante del viver mio!». Non vorrei amarla di meno di quanto l'ama Gesù. E a Gesù dico: «Ti amo col Cuore di Maria! Tutto l'amor suo ti offro per me, e per ogni istante della mia vita». Non vorrei amarlo meno di quanto lo ama Maria! Nelle mie Comunioni Maria è sempre con me: è dalle sue mani che voglio riceverlo, è col suo Cuore che voglio accoglierlo. E lo dono a Gesù. Già, l'amore a Maria, vi darà l'amore a Gesù.

 

Riflessione personale

 

Vangelo (Gv 2,9)

 

Dal Vangelo secondo Giovanni

 

Tre giorni dopo, ci fu uno sposalizio a Cana di Galilea e c'era la madre di Gesù. Fu invitato alle nozze anche Gesù con i suoi discepoli. Nel frattempo, venuto a mancare il vino, la madre di Gesù gli disse: «Non hanno più vino». E Gesù rispose: «Che ho da fare con te, o donna? Non è ancora giunta la mia ora». La madre dice ai servi: «Fate quello che vi dirà».

 

Parola del Signore.

 

Canto

 

 

Invocazioni

 

Riuniti nella preghiera di lode, glorifichiamo Dio, Padre onnipotente, che ci ha dato in Maria un pegno sicuro di consolazione e di speranza. Diciamo con fiducia:

- Maria, pieno di grazia intercedi per noi.

 

Oh Dio, operatore di prodigi, che hai concesso alla Santa Vergine Maria di condividere, nell'anima e nel corpo, la gloria di Cristo risorto,

- guidaci alla gloria immortale.

 

Tu, che ci hai dato Maria per Madre, concedi per sua intercessione la salute ai malati, il conforto agli afflitti, il perdono ai peccatori

- dona a tutti pace e salvezza.

 

Tu, che hai reso piena di grazia la Vergine Maria,

- allietaci con l'abbondanza dei doni del tuo Spirito.

 

Fa' che la tua Chiesa sia un cuor solo e un'anima sola.

- Donaci di perseverare unanimi nella preghiera con Maria, madre di Gesù.

 

Tu che hai incoronato Maria regina del cielo,

- fa' che i nostri fratelli defunti godono la gioia eterna nell'assemblea dei santi.

 

Padre Nostro

 

Orazione

 

O Dio, Padre misericordioso, che ci hai dato in Maria un modello perfetto di adoratrice, concedici di imitarla nella contemplazione del tuo Figlio Gesù, Egli è Dio e vive e regna con te nell'unità dello Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli. Amen.

 

Comunione Eucaristica

 

Comunione Spirituale

" Se non puoi ricevere Gesù Ostia sacramentalmente Puoi comunicarti spiritualmente, la qualcosa è assai vantaggiosa così in Te si imprime molto dell'amore di nostro Signore" (S. Teresa d'Avila).

 

Tu che il mio nulla ben comprendi, o Dio, non temi di abbassarti fino a me! Sacramento adorato, nel mio cuore scendi che anela a te. Vorrei che la tua bontà, dopo tal dono, mi concedesse di morir d'Amore! Odi, Gesù, il grido che tenero ti invio, vieni nel cuore mio!

 

(Santa Teresa di Gesù Bambino)

 

 

 

Preghiera di ringraziamento

 

O Gesù, Ostia immacolata che sei venuto in me, cibo divino della mia anima, trasformami in Te per divenire per Te e con Te un'Ostia pura, dolcissima e santa.

 

Mio Dio e mio tutto, tu ti sei unito non soltanto alla mia anima, ma anche alla mia carne. Così ti sento mio, o mio Signore, e vorrei che tu, Ostia santa, restassi nel mio cuore come dentro un ostensorio.

 

Ti benedico, mio Signore e mio Dio, per aver creato nella tua straordinaria carità, un modo così tenero per donarti a me e lasciarti possedere interamente da me, così da vivere con te nell'intimo di me stesso.

 

O Maria, Aurora dell'Eucaristia e Madre mia tenerissima, ti ringrazio per avermi dato Gesù nato dalla tua carne. Amen.

 

(Preghiera composta con testi di Madre Candida)

 

 

 

Canto

 

Benedizione Eucaristica

 

DIO SIA BENEDETTO

 


Dio sia benedetto.

Benedetto il suo santo nome.

Benedetto Gesù Cristo, vero Dio e vero uomo.

Benedetto il nome di Gesù.

Benedetto il suo sacratissimo Cuore.

Benedetto il suo preziosissimo Sangue.

Benedetto Gesù nel santissimo Sacramento dell'altare

Benedetto lo Spirito Santo Paraclito.

Benedetta la gran Madre di Dio, Maria santissima.

Benedetta la sua santa ed immacolata Concezione.

Benedetta la sua gloriosa Assunzione.

Benedetto il nome di Maria, Vergine e Madre.

Benedetto San Giuseppe, suo castissimo sposo.

Benedetto Dio nei suoi angeli e nei suoi santi.

Canto finale  

 

1

2

3

4

5

6

7

Introduzione

Mistero di fede.

Dono di Amore.

Seme di speranza.

Lode di gloria al Padre.

Vita della chiesa.

Vita con Maria.

 

 

Pagine curate, da un laico della diocesi di Ragusa, per incarico delle Carmelitane scalze della città

messaggio del curatore