Beata   Maria Candida dell'Eucaristia

Profilo biografico.

 

 

La famiglia, specialmente dopo la morte del padre (1904), seguý con apprensione la trasformazione di Maria e da quel momento ‑particolarmente quando conobbe la sua vocazione religiosa ‑ cerc˛ in tutti i modi di mitigare il suo fervore nella segreta convinzione che si trattasse di un' esaltazione momentanea. Dopo tutto, Maria era una donna e alla mentalitÓ dei fratelli i suoi atteggiamenti estatici o di profondo raccoglimento apparivano quanto meno esagerati. Maria si pieg˛ inizialmente alla situazione familiare con uno spirito di caritÓ non meno sorprendente della sua fermezza: la lunga malattia del padre, la morte del fratello Paolo, giovane universitario, infine la morte della madre le fecero capire che non era ancora giunto il momento di realizzare la sua vocazione. AttenderÓ ben vent'anni e nel frattempo si dedicherÓ alla famiglia divenendone la guida e il sostegno. Ma nel profondo dell' anima soffrirÓ immensamente, come dichiarerÓ pi¨ tardi.

Pagina 3


Pag. 1 Pag .2 Pag. 3 Pag. 4 Pag. 5 Pag. 6 Pag. 7 Pag. 8 Pag. 9

 

Pagine curate, da un laico della diocesi di Ragusa, per incarico delle Carmelitane scalze della cittÓ

messaggio del curatore