Obbiettivi del sito web “ Beata Madre Maria Candida dell’Eucaristia”

 

Il sito web, è nato in stretta collaborazione con le Carmelitane scalze di Ragusa. Un giorno sono andato a trovare la “Madre”. Nel nostro colloquio abbiamo parlato un po’ di ciò che succede nel mondo, quando   ho detto che avevo pubblicato un sito web “http://web.tiscalinet.it/diosalva”,  in Lei è nata l’esigenza di parlarmi della  “ Beata Madre Maria Candida dell’Eucaristia”, e se era possibile fare un sito web sulla Beata . Nel mio cuore e nata una grande gioia, quindi ho risposto che era possibile realizzarlo. Da quel giorno mi sono messo all’opera. Durante la realizzazione, mi sono ritornate in mente tanti momenti della mia vita, quando all’inizio della mia conversione passavo i sabati sera-notte in una chiesa di Ragusa in adorazione davanti all’Eucaristia, sono stati dei momenti indimenticabili, passando dal momento  vuoto della discoteca,  al  momento di crescita e di gioia indicibile nell'adorare l'Eucaristia. Da questa esperienza spirituale è nato  Il sito web “Beata Madre Maria Candida dell’Eucaristia”, che vuol far conoscere il messaggio e carisma della Beata. In questo mondo dove tutto ci allontana   dall’Amore di Dio, questo sito vuol aiutare a riscoprire  il grande Amore che Dio ha per ciascuno di noi, al tal punto che si è fatto Pane per noi nell'Eucaristia. E’ nato per te, in qualunque stato della tua vita ti trovi, per farti riscoprire che solo in Gesù c’è salvezza, amore, pace, gioia,  è nato per chiunque sente il bisogno di chiedere preghiere, per il buon esito della propria vita. Vuol essere una speranza di vita, in mezzo al deserto del web. A tutti i navigatori, auguro buona navigazione e per intercessione della “Beata Madre Maria Candida dell’Eucaristia”, il Signore nostro Gesù Cristo vivo nell’Eucaristia possa darvi conforto e pace, e un cuore nuovo, pieno di Amore per la SS Eucaristia.

 

 

Il curatore del sito web “ Beata Madre Maria Candida dell’Eucaristia”

 

Salvatore Giuseppe Corallo 


Pagine curate, da un laico della diocesi di Ragusa, per incarico delle Carmelitane scalze della città

messaggio del curatore